in civitate orizzontale_vr
2 dicembre 2017
h. 20:00

Luogo

Magazzino Tabacchi

prezzi

Ingresso libero e gratuito


biglietteria

note

La mostra si svolgerà dal 21 ottobre al 2 dicembre 2017

Orari mostra durante il KUM Festival:
Venerdì 10 novembre h. 15:00 – 20:00
Sabato 11 e domenica 12 novembre h. 10:00  – 20:00
Orario continuato

Orari mostra:
Martedì – Sabato 17:30-20:00
Domenica 10:00-12:00 / 17:30-20:00
Chiuso il lunedì

Galleria Puccini Associazione culturale
Tel. 366 7184670
galleria.puccini@gmail.com

Info
Tel. 338 5809611 / 339 5765857
info@liricigreci.it

Una serie di eventi collaterali, affiancheranno la Mostra della Mole, presso lo spazio di Piazza del Plebiscito Contemporaneo Showroom a cura dell’architetto Anna Paola Quargentan.

Credits: Comune di Ancona; Regione Marche; Galleria Puccini; Contemporaneo Showroom
Ideazione e organizzazione: Francesca Di Giorgio (art director);  Marco Nocchi (coordinamento)
Lirici Greci design consultancy,design e comunicazione
Progetto e installazione mostra: Mole Vanvitelliana; studio “visioni di architettura”; arch. Alessia Balducci; arch. Valentina Romagnoli; arch. Monica Maggi


In Civitate

LO SGUARDO DI CORRADO MAGGI SULLE OPERE URBANE DI VALERIANO TRUBBIANI

Corrado Maggi, da molti anni si occupa di fotografia con uno sguardo particolare al dettaglio. Questo lavoro sulle opere urbane del maestro Valeriano Trubbiani nasce da una sensazione di “mancanza” e quindi con “rispetto” e stima per il lavoro dell’artista, Corrado Maggi “sfida” reinterpretando con una maestria “analogica”, grazie alla sua preziosa Nikon Fm2 degli anni ’70. Il percorso fotografico si svolgerà lungo un tragitto che conta quaranta foto inedite e diviso in tre reportage: il reportage nella città, il reportage nell’atelier e un altro nel viaggio emotivo e sensoriale fra le opere del maestro.

Il Reportage nella città focalizza nella prima parte della mostra le opere di Trubbiani collocate in città, dalla Cattedrale di San Ciriaco sul colle Guasco e la Pinacotea Civica Francesco Podesti, al Teatro delle Muse al Museo Omero passando per Piazza Pertini e la Chiesa di San Cosma, non ultima dalla Facoltà di Ingegneria. La seconda e terza parte sono tappe di meditazione all’interno del “magazzino” di Trubbiani, quasi un luogo sacro e incontaminato.
Tutti gli scatti rigorosamente in bianco e nero.

Con uno scritto e una poesia di Francesco Scarabicchi.

Share this post