la-mole_where-culture-lives-2016-2019---IMG-sito

LA MOLE ENTRA IN UNA NUOVA FASE

LA MOLE ENTRA IN UNA NUOVA FASE

“Era il 2014 e avevamo (e abbiamo) dei complici: la Fondazione Cariverona, che per anni aveva finanziato il restauro dell’edificio; Luca Massimo Barbero, allora consulente della Fondazione e oggi consigliere della Fondazione Domus, che ha tradotto il linguaggio dell’edificio nei contenuti progettuali poi passati alla grande sensibilità di Flavio Arensi, curatore di Ecce Homo; le tante persone che negli anni, lavorando ai festival e agli eventi estivi, si erano innamorate – magari senza saperlo – di un’idea ancora da costruire. E la città, naturalmente, che nel corso del piano strategico ha testimoniato una profonda nostalgia nei confronti di una Mole in perenne (sembrava) attesa del futuro. Così, abbiamo iniziato a vederlo, il futuro. Partendo dal nome e dalla maniera di stare al mondo, proseguendo con le rinunce, perché non tutto si può fare a La Mole, La Mole non è stanze da affittare , e dilatando il tempo, perché le stagioni della Mole sono quattro, non solo la più calda, non solo quella degli eventi all’aria aperta.

La qualità dei contenuti delle mostre e dei festival ha incontrato lo stile dell’edificio, e da questo incontro si sono generati ulteriori contenuti, in un moto difforme ma coerente che ora ci sembra inarrestabile.

Oggi, nel 2018, La Mole entra in una nuova fase. Una crisalide, o un adolescente. Forza e fragilità; certezze e questioni aperte. Continuiamo ad ascoltare le pareti, gli ambienti, i paesaggi e a seguire le loro indicazioni, forti di una cosa: grazie alle decine e decine di artisti, operatori, direttori, cittadini, appassionati, professionisti, operai, impiegati che via via si aggregano al processo, è nato qualcosa da cui, anche volendo, non si torna indietro. E questa è la soddisfazione più grande per noi amministratori: dare forma a qualcosa che dà vita.”

Paolo Marasca
Assessore alla Cultura
Comune di Ancona

La Mole oggi non è più un contenitore, ma si proietta verso un ruolo di interlocutore capace di fare da riferimento per gli operatori del settore, mettendo a disposizione risorse e opportunità. Tutto, a partire dalla produzione culturale, vive dunque una seconda fase e la comunicazione si dota di strumenti più inclusivi e dinamici, tali da favorire i processi di dialogo e di partecipazione.

Sfoglia il Tabloid: ripercorri con noi ciò che è avvenuto e scopri quello che accadrà!

bulletin

Il Museo Omero vola in Giappone Il Fascino del Museo Omero è la  Conferenza che  terranno  sabato pomeriggio 15 dicembre, alle ore 13.30, il presidente e la coordinatrice  del Museo Tattile Statale Omero di Ancona,  Aldo Grassini e  Annalisa Trasatti, presso l’auditorio del Museo dell’Arte della Prefettura Yamanashi della città di Kofu. La Conferenza era stata sollecitata dalla professoressa HIROKO Takesue dell’Università di Yamanashi Facoltà di Pedagogia. Previsti 100 selezionati partecipanti. La mattina […] [...] MORE
Corto Dorico Film Festival – 15ma edizione Quest’anno per Corto Dorico la Mole Vanvitelliana di Ancona si trasformerà in un Cinevillaggio, come per Magia. Tra gli oltre 271 cortometraggi iscritti al concorso, sabato 8 dicembre durante la finalissima,  la giuria composta da Matteo Rovere, Jasmine Trincae Matteo Cocco decreterà il vincitore tra i 7 finalisti + 1 che verrà ripescato dal pubblico, sabato 1 dicembre durante la serata Corto Slam. Tra i tanti corti internazionali arrivati […] [...] MORE
TEDxAncona arriva a La Mole Arriva per la prima volta nel capoluogo marchigiano la conferenza TEDx. Sabato 24 novembre, l’Auditorium de La Mole ospiterà l’appuntamento legato alla serie di eventi che si tengono in ogni angolo del mondo. A fine 2018, gli eventi TEDx in Italia saranno 89, e oltre 3.800 in tutto il mondo. L’obiettivo di queste conferenze è […] [...] MORE
C’è musica e música Terzo appuntamento mercoledì 7 novembre con il ciclo di conferenze – ascolto A passeggio nel mondo dell’Opera a cura di Aldo Grassini in collaborazione con gli Amici della Lirica Franco Corelli Ancona. Alle ore 17 nella sala conferenze del Tattile Statale Museo Omero Gabriele Cesaretti con un intervento dal titolo C’è musica e música parlerà della zarzuela e della tradizione musicale spagnola tra XIX e XX secolo. Non chiamatela […] [...] MORE