Il cortometraggio animato brasiliano Caminho dos Gigantes, ci introduce alla magia del cinema d’animazione portandoci all'interno di una comunità tribale con un racconto in cui la potenza della Natura e la finitezza delle risorse naturali sono vissute attraverso armonici gesti di cura e di magia. La storia del film ci ricorda per contrasto che il nostro mondo è invece segnato dalla rapina e dal dispregio alla Natura in ossequio allo spreco e all'oblio delle identità collettive. In una foresta di alberi giganti, una bambina indigena sfiderà la comunità e il suo destino trovandosi così ad affrontare il ciclo della vita e il mistero della morte.

Un racconto insieme cosmologico, sacro e di confronto generazionale. Caminho dos Gigantes sarà uno dei film selezionati nel cartellone del prossimo Festival KA all’interno della specifica area educativa eduKA, e per il terzo anno svilupperà una riflessione sulla cultura del migrare attraverso una ampia e articolata proposta di film, incontri e workshop. L'edizione 2020 del Festival affronterà l'argomento-chiave declinandolo nella prospettiva del termine Terrestri con cui si vuole indagare il tema dell'umano di fronte alla finitezza delle risorse, alla complessità biologica e sociale dell'essere abitanti di un pianeta al collasso e alla sfida del riconoscersi individui culturali e comunitari piuttosto che semplici e isolati strumenti produttivi. Le migrazioni sono uno degli effetti delle dirompenti mutazioni climatiche, sociali e politiche evocate dal film Caminho dos Gigantes.