Balconi, finestre, sole e temporali. Anche chiusi in casa i bambini possono viaggiare con la fantasia e raccontarlo con oggetti o parole grazie alla proposta del Dipartimento Educazione del Museo Omero che trae ispirazione dall'opera della collezione Notte improvvisa di Paolo Annibali