Dalle migrazioni nel Mediterraneo alla pandemia: attualizzazioni di Enea

19 agosto 2021 / h. 19:00

Canalone Spanditori

culture presenti

Nel 1944 Thomas Stearns Eliot ha definito l’Eneide il classico di tutta l’Europa. Se durante la Seconda guerra mondiale il capolavoro di Virgilio appariva come un simbolo d’unione in un’epoca di tragiche divisioni, negli ultimi anni si è tracciato un parallelo soprattutto fra Enea profugus, costretto ad abbandonare una patria distrutta e ad attraversare il Mediterraneo alla ricerca di un futuro, e i molti Enea che affrontano oggi analoghi viaggi di disperata e spesso fatale migrazione, nel Mediterraneo e non solo. Anche nel tragico frangente della pandemia – che in questi mesi ha di fatto soppiantato nelle cronache l’emergenza degli sbarchi – si è tornati a guardare all’Eneide e in particolare all’esempio di pietas verso i propri cari che Enea ha offerto mentre fuggiva dalla sua città in fiamme: La civiltà – è stato scritto – è Enea che porta il padre sulle spalle.

Ospite la professoressa Filomena Giannotti, Università di Siena

NOTE

Incontro a cura dell’Associazione Greco.

Maggiori informazioni:
www.adriaticomediterraneo.eu

Adriatico Mediterraneo
WEBSITE
QUANDO

19 agosto 2021 / h. 19:00

DOVE

Canalone Spanditori

PREZZI

Ingresso libero e gratuito

BIGLIETTERIA

-