Dare (falsa) voce alla donne. Falsificazioni di testi femminili dall'Atene classica a oggi.

20 agosto 2021 / h. 19:00

Canalone Spanditori

culture presenti

I«Il silenzio fa belle le donne», recita un verso di Sofocle che nell’antichità divenne proverbiale (Aiace, v. 293). «La cosa più bella per un donna» ‒ gli fa eco Euripide – «è il silenzio» (Eraclidi, vv. 476s.). Dall’antichità a oggi, la voce maschile soverchia la voce femminile, e il «silenzio delle ragazze» ‒ come l’ha chiamato una scrittrice inglese contemporanea, Pat Barker ‒ è una cifra durevole della storia occidentale.
Ma c’è un fenomeno forse ancora peggiore, e certo più insidioso, del «silenzio delle ragazze»: la pretesa maschile di parlare in luogo e a nome delle donne. Un esempio sintomatico e peculiare è rappresentato dai falsi letterari o documentari che – confezionati da uomini – vengono attribuiti a donne storiche o immaginarie. Passeremo in rassegna esempi di possibili voci femminili falsificate in parte o in toto, dalla letteratura della Grecia arcaica e classica fino all’Italia – anzi, alle Marche – dei nostri giorni.

Ospite la professoressa Lucia Floridi e il professor Federico Condello.

NOTE

incontro a cura dell’Associazione Greco

Maggiori informazioni:
www.adriaticomediterraneo.eu

Adriatico Mediterraneo
WEBSITE
QUANDO

20 agosto 2021 / h. 19:00

DOVE

Canalone Spanditori

PREZZI

Ingresso libero e gratuito

BIGLIETTERIA

-