GLI EVENTI ONLINE DELLA MOSTRA LETIZIA BATTAGLIA. STORIE DI STRADA

GLI EVENTI ONLINE DELLA MOSTRA LETIZIA BATTAGLIA. STORIE DI STRADA

La fotografia non cambia il mondo, né la mia fotografia, né quella degli altri, 
ma come un buon libro può essere una fiammella.
(Letizia Battaglia)

Sulla scia di questo pensiero della grande fotografa Siciliana ha preso corpo da settembre una rassegna di appuntamenti tra cultura e critica sociale legati alla mostra Letizia Battaglia. Storie di strada sostenuto dal Comune di Ancona e curata dalla Soc. Coop. Le Macchine Celibi che gestisce la mostra.

L’arte di Letizia Battaglia parla di donne, di bambini, di artisti, di mafia e di tutta la vita e le emozioni che popolano le vie di una città. Il suo lavoro è un manifesto, le sue foto delle forme di attenzione – come le definisce la curatrice, Francesca Alfano Miglietti.
Il calendario di eventi che si sono succeduti fino all’inizio di novembre ha ottenuto un notevole apprezzamento. Visite tematiche di approfondimento, presentazioni di libri, conferenze, collaborazioni con i festival e le associazioni culturali anconetane, attività per bambini e, per la prima volta, visite in dialogo con alcune delle associazioni del territorio che hanno a cuore le tematiche sociali catturate dall’artista.

Ora, nonostante la chiusura, gli eventi continuano cambiando forma. La cultura può superare le barriere imposte da accadimenti esterni e continuare a indagare il mondo che ci circonda.

Il primo appuntamento si è svolto con le famiglie, domenica 15 novembre. Sfruttando una delle piattaforme digitali, le educatrici museali hanno accompagnato virtualmente bambini e genitori all’interno della mostra per immaginare insieme le storie di alcune foto esposte alla Mole Vanvitelliana.

Nelle prossime settimane si alterneranno video e conferenze online rivolti a giovani e adulti. Domenica 29 novembre alle ore 21:00 sarà trasmesso sui social della mostra di Ancona e su Piattaforma Presente de La Mole Ancona il video Storie dalle nostre strade. Un dialogo tra gli scatti della Battaglia e le narrazioni di chi abita le vie anconetane, raccolti e raccontati dai volontari delle associazioni Free Woman e Unità di strada.
Durante i successivi appuntamenti si indagherà la situazione delle infiltrazioni mafiose nelle Marche grazie alla collaborazione dei volontari di Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie e illustri ospiti e non si perderà occasione di continuare ad approfondire la vita di una delle prime fotoreporter italiane.

Nel contempo i Servizi educativi educativi della mostra offrono l’opportunità alle scuole Primarie e Secondarie di riflettere insieme sul mondo della fotografia e del fotoreportage grazie a Kit didattici ed esperienze digitali messe a disposizione degli insegnanti.

Per rimanere informati visitare il sito www.letiziabattagliamostra.it o iscriversi alla newsletter inviando una mail a mostraletiziabattaglia@gmail.com.
Potete seguirci anche su Facebook e Instagram

 

bulletin

GLI EVENTI ONLINE DELLA MOSTRA LETIZIA BATTAGLIA. STORIE DI STRADA La fotografia non cambia il mondo, né la mia fotografia, né quella degli altri,  ma come un buon libro può essere una fiammella. (Letizia Battaglia) Sulla scia di questo pensiero della grande fotografa Siciliana ha preso corpo da settembre una rassegna di appuntamenti tra cultura e critica sociale legati alla mostra Letizia Battaglia. Storie di […] MORE
IL TEMPO SOSPESO dal 14 ottobre al 1° novembre Sei autori e un primo premio, l’Ipa International Photography Award andato al video Psi-Covid19 di Simone Francescangeli. Il lavoro è stato esposto per due settimane alla Mole di Ancona nell’ambito de Il tempo sospeso, mostra realizzata dall’associazione Il Mascherone in collaborazione con il Comune di Ancona e di cui […] MORE
Per Valeriano Trubbiani 4 anni fa azzardammo sfacciatamente delle forzature: 4 fenomenali sculture di 3 artisti incredibili volutamente composte insieme a rappresentare la metafora del mondo terrestre che si snerva nel disadattamento del rapporto ecologico tra persone e animali. Il cavallo di Marino Marini, il gabbiano di Piero Gilardi e su tutto Valeriano Trubbiani con il suo precipitare […] MORE
Corpo Vivo | Progetto Presente Sin dal nome, abbiamo sempre pensato alla Mole come “massa“, il peso del “quanto” della materia. Per anni la Mole è stata legata a questa sua imponente fisicità che però le ha conferito primariamente un ruolo quasi automatico di grande contenitore, scatola di altre cose, spazio libero per altro. Paradossalmente, il suo corpo – indissolubilmente […] MORE