IL TEMPO SOSPESO

IL TEMPO SOSPESO

dal 14 ottobre al 1° novembre

Sei autori e un primo premio, l’Ipa International Photography Award andato al video Psi-Covid19 di Simone Francescangeli. Il lavoro è stato esposto per due settimane alla Mole di Ancona nell’ambito de Il tempo sospeso, mostra realizzata dall’associazione Il Mascherone in collaborazione con il Comune di Ancona e di cui Francescangeli è stato il direttore artistico. L’allestimento, nel soppalco della sala mostra dedicata quest’anno a una personale di Letizia Battaglia, ha avuto come tema l’ondata Covid che ha investito l’Italia da febbraio a maggio 2020. Sei gli autori (con Francescangeli i fotografi Francesca Tilio, Luciano Zamporlini, Claudio Colotti, Pia Bacchielli e Grazia De Lucca) che hanno raccontato con foto racconti e reportage – due realizzati all’interno dell’ospedale di Torrette – l’esperienza sofferta e drammatica della pandemia, la più grave ed estesa almeno nel mondo occidentale. Una mostra che, prima dell’ultimo lock down, ha suscitato grande interesse e ha fatto accorrere numerosi visitatori. Nei giorni dell’allestimento, la notizia dell’affermazione e del riconoscimento internazionale.

Il video – spiega Simone Francescangeli, 50 anni, di Senigallia  – è nato con l’idea di vivere la quarantena in un unico spazio il più stretto possibile, dentro unica stanza, in balia della comunicazione battente e il solo confronto con te stesso. Come reagisce una persona? Ecco l’analisi di una vita che non è più vita. Sottoposta a un ritmo sincopato, non più umano, con una progressione sincopata delle notizie di amici, giornali agenzie, dirette tv” Ne è scaturito un racconto pieno di simboli, primo su 18mila progetti selezionati. Un riconoscimento prestigioso che si aggiunge al Mifa, il Moscow Foto Awards ottenuto a giugno

La mostra Il Tempo Sospeso – spiega dal suo canto Danilo Antolini presidente de Il Mascherone – è andata molto bene, a completamento dell’esperienza alla Mole che ci ha soddisfatto e onorato con presenze in crescita fin dall’inizio dell’estate e con ben 15 autori presentati. L’esposizione dedicata alla grande Letizia Battaglia è stata un buon traino e speriamo di aver arricchito la serie di iniziative che l’assessorato ha trasferito alla Mole e che purtroppo ora deve interrompersi. Il nostro augurio è riprendere il prossimo anno. Vi stiamo già lavorando con proposte e idee  completando il programma di AnconaFotoFestival 2020, “Sfide” il titolo, sempre guardando il mondo del reportage con grandi nomi come Gigi Soldano Giuseppe Cardoni Gianluca Uda Susi Belianska  e altri ancora. Un programma che verrà completato con workshop incontri e presentazioni di libri. Il successo di Simone ci onora e gratifica per averlo noi individuato come autore emergente e averlo coinvolto nella nostra associazione. Un autore che, ne siamo certi, vedrà ancora una grande crescita di consensi e riconoscimenti.

7 novembre 2020

Maria Pia Bacchielli
Il Mascherone Associazione Fotografica

bulletin

GLI EVENTI ONLINE DELLA MOSTRA LETIZIA BATTAGLIA. STORIE DI STRADA La fotografia non cambia il mondo, né la mia fotografia, né quella degli altri,  ma come un buon libro può essere una fiammella. (Letizia Battaglia) Sulla scia di questo pensiero della grande fotografa Siciliana ha preso corpo da settembre una rassegna di appuntamenti tra cultura e critica sociale legati alla mostra Letizia Battaglia. Storie di […] MORE
IL TEMPO SOSPESO dal 14 ottobre al 1° novembre Sei autori e un primo premio, l’Ipa International Photography Award andato al video Psi-Covid19 di Simone Francescangeli. Il lavoro è stato esposto per due settimane alla Mole di Ancona nell’ambito de Il tempo sospeso, mostra realizzata dall’associazione Il Mascherone in collaborazione con il Comune di Ancona e di cui […] MORE
Per Valeriano Trubbiani 4 anni fa azzardammo sfacciatamente delle forzature: 4 fenomenali sculture di 3 artisti incredibili volutamente composte insieme a rappresentare la metafora del mondo terrestre che si snerva nel disadattamento del rapporto ecologico tra persone e animali. Il cavallo di Marino Marini, il gabbiano di Piero Gilardi e su tutto Valeriano Trubbiani con il suo precipitare […] MORE
Corpo Vivo | Progetto Presente Sin dal nome, abbiamo sempre pensato alla Mole come “massa“, il peso del “quanto” della materia. Per anni la Mole è stata legata a questa sua imponente fisicità che però le ha conferito primariamente un ruolo quasi automatico di grande contenitore, scatola di altre cose, spazio libero per altro. Paradossalmente, il suo corpo – indissolubilmente […] MORE