L’IMPORTANZA DELLE COSE – Micol Mancini

L’IMPORTANZA DELLE COSE – Micol Mancini

Il bastone, le monete, il portachiavi, la pronta
serratura, i tardi appunti che i miei ormai scarsi
giorni mai potranno leggere, le carte da gioco e
gli scacchi, un libro e tra le pagine appassita la
viola, monumento d’una sera di certo
indimenticabile eppure dimenticata, il rosso
specchio ad occidente in cui arde illusoria
un’aurora. Quante cose, atlanti, lime, soglie,
coppe, chiodi, ci servono come taciti schiavi,
senza sguardo, stranamente segrete!
Dureranno piú in là del nostro oblio; E non
sapranno mai che ce ne siamo andati. 

Jorge Luis Borges, Le Cose, Elogio dell’Ombra, 1969

La quarantena era già iniziata da qualche giorno. Come da abitudine, mi ero svegliata molto presto, poco prima del sorgere del sole, per intenderci, e avevo fatto colazione. Il momento della giornata che preferisco. Ho guardato la mia tazza, quella riservata esclusivamente al caffè mattutino. Senza quasi rendermene conto, pochi istanti dopo, utilizzando dei pastelli ad olio dalla discutibile qualità, la stavo disegnando. Penso Questa è la mia tazza. Il giorno seguente, più per gioco che per dedizione all’arte, la scena si ripete. Questa volta però, la vittima è l’immancabile rotolo di scottex. Così decido che quella sarebbe diventata la mia abitudine giornaliera. Mattina dopo mattina, disegno il collutorio, la salsa di soia, la lampada, lo sgabello e via dicendo. Non ero realmente consapevole di quello che stavo facendo. Anzi, probabilmente gran parte della consapevolezza riguardo un gesto così apparentemente semplice la sto sviluppando proprio in questo momento, mentre cerco di mettere per iscritto pensieri che non sapevo neanche risiedessero nella mia mente. Ebbene, ritraendo tali oggetti stavo sì in qualche modo valorizzandoli, e cioè conferendo loro l’importanza che hanno per me piuttosto che per chiunque altro, ma li stavo anche utilizzando per scandire le giornate, in un tempo in cui i giorni della settimana non esistono praticamente più. Ieri non era martedì, giovedì o sabato. Ieri era il giorno del martello, del basilico o del sapone. 

Io amo le cose. Ne ho molte: Libri, fotografie, occhiali da sole, oggetti trovati in qualche bancarella d’antiquariato, attrezzi da cucina, vinili, spezie di ogni tipo e chi più ne ha più ne metta. Cose fondamentalmente superflue, ma che per me, soprattutto in questo periodo storico, sono essenziali. Io sono anche le mie cose. La mia identità è anche parte integrante del risultato delle mie scelte deliberate e superflue che spesso esulano da ciò che normalmente si ritiene essenziale. La musica che scelgo di ascoltare, il piatto che decido di preparare e il film che voglio guardare. E penso che siano proprio queste scelte a rendere ciascuno di noi degli esseri umani unici nel loro genere. Il superfluo ci distingue, ci rende inconfondibili facendo risaltare le nostre differenze. Rappresenta la testimonianza di ciò che siamo. Quello che per qualcuno potrebbe essere superfluo, come leggere un libro, dipingere o cucinare, per qualcun altro potrebbe invece rivelarsi una cura. E mai, come in questo momento di isolamento, è necessario prenderci cura di noi stessi. Auguro a tutti, in questo periodo difficile, di capire quale, fra tutte le cose superflue esistenti, rappresenti una vera e propria cura, e nutrirla e dargli spazio. 

Micol Mancini

BULLETIN CULTURA
PRESENTE
  • https://www.lamoleancona.it/cose-a-caso-in-casa/
    immagine thub
    Arte Presente

    Cose a Caso in Casa Zoom #2

    Autore: Micol Mancini

    Nasce la rubrica Cose a Caso in Casa, il mio modo per scandire il tempo in tempi in cui i giorni della settimana non valgono più. Oggi non è martedì o venerdì, è il giorno del martello, della salsa di soia o del basilico.

    MORE

bulletin

CORTO DORICO FILM FEST 2021 – AL VIA DOMANI I BANDI 2021 Al via domani i bandi 2021 Concorso Nazionale Cortometraggi e Concorso Internazionale Amnesty. Iscrizioni per la 18esima edizione aperte fino alla mezzanotte di lunedì 27 settembre 2021. Roma, 30 luglio 2021 – Partiranno domani, sabato 31 luglio 2021 i bandi dei concorsi per cortometraggi per la nuova edizione del Corto Dorico Film Fest (Ancona 4 – […] MORE
L’Estetista Cinica ad Ancona Nel week end 26 e 27 giugno il Museo Tattile Statale Omero ospiterà l’evento Bellezze al Museo con protagonista Cristina Fogazzi, nota come l’Estetista Cinica. Cristina Fogazzi è un’imprenditrice di successo nel settore del beauty, un’estetista che nel tempo ha creato una propria linea di prodotti disponibili sul negozio online Verlab; divenuta famosa grazie ai […] MORE
Call I want YO! La Mole – Cultura presente sta implementando strumenti e modalità di comunicazione che prevedono la necessità di figure professionali giovani e dinamiche che possano accrescere le capacità di azione, dinamismo e innovazione nei processi e nelle logiche di gestione. La Mole vuole rendere protagoniste le nuove generazioni, sostenendo la crescita di competenze al servizio del […] MORE
Il ritorno di Musei e Mostre I Musei Civici di Ancona tornano ad offrire l’arte in presenza, affiancandola all’intensa programmazione online degli ultimi mesi. Il giorno delle riaperture è il 10 febbraio. Riapre la mostra di Letizia Battaglia alla Mole Vanvitelliana. La mostra è visitabile dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 19. La mostra non sarà visitabile nel weekend, come […] MORE