aldo-grassini_01-min

Un patrimonio sempre più per tutti

Un patrimonio sempre più per tutti

Aldo Grassini, Presidente del Museo Omero nel gruppo di lavoro nazionale sull’accessibilità del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.
Negli ultimi anni il tema dell’accessibilità al patrimonio culturale si è notevolmente evoluto ed ampliato; non più solo abbattimento delle cosiddette barriere architettoniche ma, anche sulla spinta delle nuove risorse tecnologiche disponibili, un sempre maggior numero di persone fruiscono dei beni culturali indipendentemente dall’eventuale tipologia di disabilità o limitazione. La domanda di cultura per tutti è infatti in forte e costante crescita.
Occorre quindi approntare nuove metodologie e relativi strumenti. E’ di questi giorni la costituzione da parte del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, nell’ambito della Direzione Generale Musei, di un ristretto Gruppo di lavoro con l’incarico di “individuare iniziative atte a realizzare e proporre provvedimenti, anche a livello normativo e a predisporre Linee guida per il superamento delle barriere culturali, cognitive e psico-sensoriali nei luoghi del patrimonio culturale (musei, monumenti, aree e parchi archeologici).
Aldo Grassini, Presidente del Museo tattile statale Omero, è stato nominato componente del Gruppo proprio in virtù, si legge nella lettera di nomina, delle rilevanti esperienze maturate quale esperto nel settore dell’accessibilità culturale, sensoriale e psico-cognitiva al patrimonio.
Il Gruppo, che raccoglie i massimi esperti del settore, registra anche la partecipazione dei rappresentanti dell’Associazione Italiana delle persone Down (AIPID), dell’Ente Nazionale Sordi (ENS) e dell’ICOM Italia (International Council of Museums).
E’ questo un grande riconoscimento per il Museo tattile statale Omero che da oltre 20 anni studia, ricerca, sperimenta e si rapporta anche operativamente con le più importanti realtà nazionali ed internazionali in campo museale, con particolare attenzione alla lettura tattile delle opere d’arte.
Tutta una serie di attività propedeutiche alla revisione e all’aggiornamento di queste Linee Guida, condotte in particolare dal Sottosegretario di Stato On. Ilaria Borletti Buitoni, hanno portato oggi all’avvio di questo importante Gruppo di lavoro.

bulletin

Il Museo Omero vola in Giappone Il Fascino del Museo Omero è la  Conferenza che  terranno  sabato pomeriggio 15 dicembre, alle ore 13.30, il presidente e la coordinatrice  del Museo Tattile Statale Omero di Ancona,  Aldo Grassini e  Annalisa Trasatti, presso l’auditorio del Museo dell’Arte della Prefettura Yamanashi della città di Kofu. La Conferenza era stata sollecitata dalla professoressa HIROKO Takesue dell’Università di Yamanashi Facoltà di Pedagogia. Previsti 100 selezionati partecipanti. La mattina […] [...] MORE
Corto Dorico Film Festival – 15ma edizione Quest’anno per Corto Dorico la Mole Vanvitelliana di Ancona si trasformerà in un Cinevillaggio, come per Magia. Tra gli oltre 271 cortometraggi iscritti al concorso, sabato 8 dicembre durante la finalissima,  la giuria composta da Matteo Rovere, Jasmine Trincae Matteo Cocco decreterà il vincitore tra i 7 finalisti + 1 che verrà ripescato dal pubblico, sabato 1 dicembre durante la serata Corto Slam. Tra i tanti corti internazionali arrivati […] [...] MORE
TEDxAncona arriva a La Mole Arriva per la prima volta nel capoluogo marchigiano la conferenza TEDx. Sabato 24 novembre, l’Auditorium de La Mole ospiterà l’appuntamento legato alla serie di eventi che si tengono in ogni angolo del mondo. A fine 2018, gli eventi TEDx in Italia saranno 89, e oltre 3.800 in tutto il mondo. L’obiettivo di queste conferenze è […] [...] MORE
C’è musica e música Terzo appuntamento mercoledì 7 novembre con il ciclo di conferenze – ascolto A passeggio nel mondo dell’Opera a cura di Aldo Grassini in collaborazione con gli Amici della Lirica Franco Corelli Ancona. Alle ore 17 nella sala conferenze del Tattile Statale Museo Omero Gabriele Cesaretti con un intervento dal titolo C’è musica e música parlerà della zarzuela e della tradizione musicale spagnola tra XIX e XX secolo. Non chiamatela […] [...] MORE