Odi et amo, diceva Catullo. È possibile farlo? Insomma, è possibile amare ed odiare nello stesso istante?
In adolescenza i rapporti sono così strani: si passa dall’amore smisurato nei confronti di qualcuno che potrebbe diventare, nel giro di pochissimo tempo, un ostacolo, un motivo di malessere e squilibrio.
Eppure ci sono figure che, personalmente, sono fari, stelle fisse. Che a volte vorremmo lontane, meno presenti ma di cui abbiamo bisogno come l’aria che respiriamo. Un genitore non è solo colui che ha deciso di darti al mondo e ti ha accolto nove mesi nel suo grembo ma qualsiasi uomo o donna ami senza limiti suo figlio, che non si curi del legame di sangue con quest’ultimo ma che dia la giusta importanza ad un’affinità di anime.
Abbiamo chiesto proprio a loro di aiutarci, di parlarci sinceramente, dal profondo del cuore e ciò che più spicca è la presenza sostanziale di un amore incondizionato e incontrollabile e una disponibilità invincibile nello stringerci al petto quando non tutto va come vorremmo.