Sotto Padrone. Uomini, donne e caporali nell'agromafia italiana. Regolarizzazioni e decreti sicurezza.

Prima assoluta

28 agosto 2020 / h. 17:00

Sala Boxe

culture presenti

Incontro con Marco Omizzolo, sociologo e collaboratore Amnesty Italia che presenterà I sommersi dell’accoglienza e il suo ultimo libro Sotto padrone, un viaggio nel cuore delle agromafie, tra caporali che lucrano sul lavoro di donne e uomini, spesso stranieri, sfruttati nelle serre italiane. Modera Arianna Burdo- Amnesty International Marche

Marco Omizzolo Sociologo, responsabile scientifico di In Migrazione, presidente del centro studi Tempi Moderni e ricercatore Eurispes. Collabora con il master Immigrazione. Fenomeni migratori e trasformazioni sociali della Ca’ Foscari di Venezia, con il corso Tutela dei diritti dei migranti dell’Università di Pisa e, come giornalista, con varie redazioni italiane (Il Manifesto, L’Eurispes, Articolo 21, L’Espresso). È anche docente e ricercatore Amnesty. Ha lavorato per diversi mesi come bracciante infiltrato nelle campagne pontine al seguito di braccianti punjabi, sotto caporale indiano e padrone italiano, per studiare l’esperienza del caporalato. Nel 2019 è stato insignito dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana per la sua coraggiosa opera in difesa della legalità attraverso il contrasto al fenomeno del caporalato. Sempre nel 2019 è divenuto Human Rights Defender. Da due anni vive sotto vigilanza da parte delle forze dell’ordine per via delle numerose minacce subite per la sua attività di ricerca e mobilitazione.

NOTE

In collaborazione con Amnesty Marche/Libera Ancona Presidio Rocco Chinnici

Massimo 40 posti, ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria (link Biglietteria)

Maggiori informazioni
www.adriaticomediterraneo.eu

Adriatico Mediterraneo
WEBSITE
QUANDO

28 agosto 2020 / h. 17:00

DOVE

Sala Boxe

PREZZI

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

BIGLIETTERIA

www.eventbrite.it/e/biglietti-sotto-padrone-uomini-donne-e-caporali-nellagromafia-italiana-116541331259