Progettista ed esperta di migrazioni e sviluppo

Nata a Milano nel 1972 sotto il segno della Bilancia, ottiene la maturità classica al liceo Manzoni e si laurea in Lettere Moderne con indirizzo storico e una tesi sul giacobinismo napoletano. Inizia a collaborare con Survival International in programmi di ricerca, per approdare presto alla cooperazione allo sviluppo con incarichi in Tunisia, Marocco, Libano, Rwanda, Nicaragua. Nel 2000 si trasferisce nelle Marche dove, con il compagno Corrado, dà vita a La Distesa, azienda biologica che produce vino, olio e grano e dove nascono i figli Giacomo e Giulia. Oggi continua a collaborare con ONG nazionali e internazionali occupandosi del nesso migrazioni e sviluppo, con un interesse specifico per la condizione femminile. Una seconda laurea in Antropologia delle migrazioni è il suo spazio di ricerca, in particolare attraverso la lettura biopolitica dei dispositivi di accoglienza e inclusione/esclusione messi in atto in Italia e in Europa. KA nasce da questo percorso obliquo nello spazio e volutamente meticcio nello sguardo, e l’incontro con le sensibilità affini ed amiche di Sabrina Maggiori ed Evelyn Puerini ha fatto il resto.